a group of friends outdoors, clinking bottles of beer together.

Consumo di alcol tra gli studenti

Concludere la giornata con un drink in terrazza, prendere un drink per rilassarsi, essere "allegra" durante le serate... Il consumo di alcol tra gli studenti è una vera istituzione. Tuttavia, non bisogna dimenticare che l'alcol, se consumato in eccesso, è pericoloso per la salute.

Tra bevitori occasionali e festaioli più regolari, oltre l'80% degli studenti consuma alcol. Secondo l'indagine USEM 2021 (Unione nazionale delle mutue studentesche regionali), il 20% degli studenti è un bevitore eccessivo e il 39% di loro è consapevole di aver bevuto troppo, di cui l'11% afferma di bere con l'intenzione di ubriacarsi. Questa pratica spesso si verifica dopo un'initiazione particolare, durante un evento di integrazione o nel binge drinking. Come fare quindi una prevenzione efficace con questo giovane pubblico?

Il "binge drinking": un veicolo di legame sociale?

"Binge drinking", in francese, il binge drinking può essere un rituale di integrazione all'inizio dell'anno accademico o durante feste studentesche dove l'alcol è presente. In questo tipo di eventi, il consumo di alcol vuole essere un veicolo di legame sociale facilitando gli incontri attraverso la disinibizione. Tra gli studenti, l'alcol è generalmente visto in modo positivo perché è associato a concetti di piacere festivo. Alcuni diranno che si è più allegri quando si beve... che l'alcol permette di dimenticare un po' la timidezza; che è più facile lasciarsi andare, parlare con gli altri e fare cose che non si oserebbe fare senza alcol. Pertanto, è difficile per alcuni studenti concepire una festa senza alcol...

Perché l'alcol è al centro dei weekend di integrazione?

L'alcol è spesso visto come un facilitatore delle relazioni sociali. In alcune formazioni selettive (scuole di commercio o ingegneria, studi di medicina, ecc.), questi weekend di integrazione arrivano dopo uno o più anni di lavoro intensivo per preparare l'esame di accesso. Si crea così una forma di decompressione che fa saltare i limiti che ci si imponeva fino a quel momento. Coloro che non sono abituati a consumare alcol si trovano in una posizione di fragilità e possono finire per bere in modo eccessivo, incoraggiati da altri compagni che non conoscono.

Alcuni studenti bevono per dimenticare i loro problemi

Altre realtà, più rare ma purtroppo presenti: per alcuni studenti, consumare alcol serve a combattere una situazione negativa, come lo stress, la solitudine o la paura del futuro. Se alcuni medici affermano che bere un bicchiere al giorno è benefico per la salute, un consumo eccessivo può avere gravi ripercussioni sull'intero corpo.

Che sia per divertirsi o per dimenticare i propri guai, non bisogna dimenticare che l'alcol è pericoloso per la salute.


Come fare una prevenzione efficace con questo giovane pubblico?

Le azioni di prevenzione devono ridurre i comportamenti a rischio. Si sa, ad esempio, che la prevenzione tra pari, da parte di altri studenti già sensibilizzati e formati, funziona bene.

Allo stesso modo, è utile che le squadre incaricate di garantire la sicurezza degli eventi studenteschi siano al centro di questi dispositivi. A contatto diretto con i giovani, devono adottare una strategia di riduzione dei rischi. Ad esempio, essendo presenti durante la serata per dare consigli di base per limitare i danni: "non bere troppo in fretta", "bevi un po' d'acqua", ecc. Bisogna anche trovare persone risorsa per proporre strategie di evitamento a coloro che non sono abituati a bere o che non lo desiderano: come trovare il proprio posto alla festa senza bere; tenere in mano il bicchiere senza necessariamente avervi dell'alcol, ecc. La prevenzione deve essere efficace nel tempo per sfatare l'immagine positiva che l'alcol ha tra gli studenti.

In questa prospettiva, la giovane startup Hedonist Labs si impegna ad accompagnare al meglio i giovani consumatori di alcol facendo prevenzione al banco dei farmacisti e offrendo loro mezzi naturali per limitare i rischi per la salute. Gli integratori alimentari HANG-OVER sono tra le buone alternative all'automedicazione per alleviare i sintomi della sbornia. Per evitare questi effetti, la soluzione migliore resta privilegiare un consumo moderato e occasionale.

Per ricordare, i limiti di consumo (secondo l'OMS) sono di 2 bicchieri al giorno e non tutti i giorni!


Fonti :

  • Chung, T. (2018). Adolescent binge drinking. Alcohol Research. Published.
  • Com-Ruelle, L. (2013). Les jeunes et l’alcool : évolution des comportements, facteurs de risque et éléments protecteurs. Question d’économie de la santé. Published.
  • Dequiré, A. F. (2013). L’alcool et les jeunes : état des lieux. Journal du droit des jeunes. Published.
  • Hwang, C. L.,et al. (2020). The effects of repeated binge drinking on arterial stiffness and urinary norepinephrine levels in young adults. Journal of Hypertension, 38, 111‑117.
  • Morrison, C. N., et al. (2019). Exposure to alcohol outlets, alcohol access, and alcohol consumption among adolescents. Drug and Alcohol Dependence, 205, 107622.

Découvrez nos solutions bien-être, Hang Over et Aquapop, pour améliorer votre quotidien. Adoptez-lès dès maintenant et ressentez la différence !


Découvrir
Torna al blog

Lascia un commento