Main tenant une bouteille d'eau en plastique et la renversant, avec de l'eau s'écoulant sur fond de ciel bleu clair.

I pericoli della disidratazione durante le tue vacanze sugli sci

Disidratazione + Sci = Pericolo

La disidratazione è un problema serio che ogni anno causa numerosi incidenti, particolarmente pericolosa durante la pratica dello sci o dello snowboard. In sintesi, la combinazione di aria fredda e secca e sforzo fisico può favorire la disidratazione.

Sulle piste, uno dei principali pericoli della disidratazione è che può influire sulle tue performance come sciatore. Quando sei disidratato, il tuo corpo non può funzionare correttamente.

Ciò si traduce in una sensazione di stanchezza, letargia e difficoltà di concentrazione.
Questo ti ricorda qualcosa? Infatti, sono gli stessi sintomi di una post-sbornia, perché il tuo organismo è disidratato.

Ciò può rendere la pratica dello sci e/o dello snowboard più pericolosa.

Puoi prevenire questo problema leggendo il nostro articolo: Rester Hydraté pendant vos vacances aux skis, e seguendo i consigli degli edonisti.

  • Inizia la tua giornata con una compressa effervescente di HANG-OVER in un grande bicchiere d'acqua da 50 cl. Ricco di elettroliti, sarai ben idratato durante tutta la giornata in montagna. Oltre agli elettroliti, la sua composizione ti permette di potenziare il tuo organismo per conquistare nuove stelle!
  • È anche importante vestirsi adeguatamente e coprire la pelle per proteggersi dall'aria fredda e secca. Una maschera facciale o un copri collo possono aiutarti a mantenere la pelle umida e a evitare che si secchi.
  • Fai attenzione anche ai segnali di sete del tuo corpo. Se senti sete, probabilmente è già troppo tardi.

Seguendo questi consigli, puoi prevenire la disidratazione e rimanere sano e sicuro durante le tue vacanze sugli sci, in inverno.

Rimani idratato e goditi le piste!

Découvrez nos solutions bien-être, Hang Over et Aquapop, pour améliorer votre quotidien. Adoptez-lès dès maintenant et ressentez la différence !


Découvrir
Torna al blog

Lascia un commento